Assegno di Inclusione: indicazioni per i nuclei familiari

...

11/06/2024

L'INPS fornisce indicazioni sull'obbligo di presentazione al primo appuntamento con i servizi sociali, entro 120 giorni dalla sottoscrizione del Patto di attivazione digitale

nuclei familiari beneficiari dell’Assegno di Inclusione (ADI) hanno l’obbligo di presentarsi al primo appuntamento presso i servizi socialientro 120 giorni dalla sottoscrizione del Patto di attivazione digitale (PAD); in caso contrario il beneficio economico viene sospeso

Per le domande di ADI presentate tra dicembre 2023 e gennaio 2024, e a gennaio messe in pagamento, il termine ha iniziato a decorrere dal 26 gennaio 2024 (la data di avvio della trasmissione ai Comuni delle domande accolte).

Dal 25 maggio 2024, dunque, sono iniziati progressivamente a scadere i 120 giorni previsti per presentarsi al primo appuntamento presso i servizi sociali.

Il messaggio 5 giugno 2024 n. 2132 fornisce tutte le indicazioni per gli operatori, ricorda che tutti i nuclei familiari beneficiari dell’ADI hanno l’obbligo di presentazione al primo incontro e informa che, nella  piattaforma SIISL (sistema informativo per l'inclusione sociale e lavorativa) accessibile dai beneficiari nell'area loro riservata, è consultabile il contatore dei 120 giorni; immediatamente dopo l'avvenuto primo appuntamento o presentazione del nucleo familiare gli operatori dei servizi sociali avranno cura di registrare prontamente nella piattaforma GEPI, l'evento positivo per sbloccare la sospensione se già intervenuta o comunque per azzerare e riavviare il contatore per la successiva scadenza.

Le registrazioni che perverranno entro il giorno 20 del mese saranno rielaborate in tempo utile per relative disposizioni mensili di pagamento, quelle che verranno inserite successivamente alla suddetta data saranno rielaborate per i pagamenti del mese successivo e i beneficiari recupereranno la o le mensilità spettanti e non percepite, come arretrato.

Fonte: Omnia del Sindaco